seguici

Il ’68 che ha fatto rumore

DI FRANCESCA DI GIULIO - FONTE: CITTÀ NUOVA

Il critico musicale Franz Coriasco indaga la nascita e la diffusione della musica rock nel periodo degli anni '60.

 

 

A Loppianolab 2018 b_400_0_16777215_00_images_foto_articoli_il-68-che-ha-fatto-rumore.jpg Il periodo storico che ruota intorno al 1968 è stato ricco di eventi emblematici a livello mondiale, partendo dagli Stati Uniti fino ad arrivare, con qualche anno di ritardo, anche in Italia. È l’epoca della ribellione da parte dei giovani, che non accettano più di essere sottomessi al cosiddetto “sistema dominante” e usano tutti i mezzi a loro disposizione per gridare al mondo: “Noi ci siamo!”. Uno di questi, a mio parere uno dei più famosi e caratteristici di questo periodo, è la musica rock. Durante Loppianolab 2018 abbiamo partecipato a un seminario tenuto dal critico musicale Franz Coriasco, che ci ha raccontato come questo genere musicale, nato proprio in quegli anni come forma di protesta, si sia sviluppato fino a diventare un vero e proprio “fenomeno”. La diffusione e il successo quasi praticamente immediato della music rock è stato dovuto al grande impatto che questa ha avuto negli ambiti estetici, ideologici ed economici dell’epoca. Il rock nasce grazie all’incontro fra la cultura musicale afroamericana e quella dei “bianchi” occidentali. Si fa musica soprattutto per avere un linguaggio universale con il quale propagare le proprio idee e farle arrivare al maggior numero di persone possibili. Come tutte le grandi rivoluzioni della storia, però, anche questa ha, insieme ai suoi pro, anche i suoi lati negativi. Con la grande fama che raggiungono le prime band “rivoluzionarie” come i Rolling Stones, i Beatles, il duo Simon and Garfunkel, ma anche i tanti cantautori come Bob Dylan, Jimi Hendrix, Janis Joplin, tanto per citarne alcuni, i giovani desiderosi di far conoscere la propria musica diventano un vero e proprio mercato. Ed è per questo che si rivoluziona anche il mondo della discografia. Fino agli avvenimenti del ’68 chi investiva su un artista talentuoso si occupava di trovare un pubblico che lo apprezzasse mentre, dopo il “boom” di questo nuovo genere musicale, avendo già a disposizione un pubblico con esigenze molto più precise da soddisfare, si va alla ricerca dell’artista in grado di soddisfarle. Questa condizione porta inevitabilmente a un abbassamento della qualità della musica e ad una progressiva perdita del messaggio rinchiuso spesso nei testi. Pochi anni dopo la sua nascita, infatti, il rock diventa uno strumento in più nelle mani del famoso “sistema dominante” dal quale originariamente cercava di evadere.

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Ecco a voi i Coldplay!

Come promesso ecco l'articolo sui Colplay che sono riusciti, con la loro "A Sky Full of Stars", a spopolare sulla pagina FB di Teens battendo l'accanita concorrenza di Emis Kylla, Francesco Renga, Dear Jack e tanti altri

coldplay.jpg 

Un po' di storia...

Il gruppo nasce nel 1997 dall'unione di 4 grandi musicisti: Chris Martin, cantante, tastierista, chitarrista e frontman del gruppo; il chitarrista Jonny Buckland; il bassista Guy Burryman e il batterista Will Champion.

Raggiungono la fama mondiale nel 2000, dopo soli tre anni, con Yellow, singolo contenuto nel loro cd di debutto: Parachutes. Ma la vera consacrazione arriva col secondo album: Rush of Blood to the Head (2002) che li pone sulla cresta dell'onda: ormai sono conosciuti e suonano in tutto il mondo.

Da qui cominciano i successi: X&Y, Viva la Vida or Death and All His Friends, Myolo Kyoto e infine il nuovo Ghost Stories.

 

Ghost Stories

b_400_0_16777215_00_images_ghoststories.jpgIl nuovo cd ha avuto subito un successo incredibile tanto che ha già superato le due milioni di copie vendute: ed è uscito da neanche 2 mesi!

Sul sito ufficiale avete tutti i testi e i video disponibili del cd: http://www.coldplay.com/recordings.php

Ma se i soliti testi freddi scaricati online o "copia-incollati" in un file word ormai vi annoiano, potrete scaricarvi gratuitamente il libretto dei testi di Ghost Stories scritti a mano da Chris! Andate su http://coldplay.com/newsdetail.php?id=1531 e scrivete il vostro nome, il vostro Stato e il vostro indirizzo mail.

 

Lo sapevate che...

- I Coldplay sono stati sempre molto impegnati a sostegno di alcune campagne umanitarie e sociali. Hanno partecipato alla campagna di Oxfam per il Commercio Equo e solidale e a varie campagne umanitarie: Aid 20, Live 8 e Teenage Cancer Trust.

- Forse anche alla casa Reale piacciono i ColdplayChris, infatti, è stato scelto per scrivere l'inno per la cerimonia d'apertura per i prossimi Invictus Games di Londra, evento internazionale di sport dedicato ai feriti di guerra. Aspettiamo il pezzo questo settembre!

- I Coldplay hanno tenuto solo 5 concerti in Italia: a Bologna e Milano a settembre 2008, a Udine nel 2009, a Venezia in occasione del Jammin' Festival 2011 e infine a Torino il 24 maggio 2012 .

 

Ecco una gallery pensata per i fan più sfegatati: una collezione delle foto più belle delle date italiane. 3 foto per ogni cocerto: Bologna, Milano, Torino, Udine e Venezia!

Francesco Carta

 

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Coca cola summer festival, da lunedì su canale 5

b_400_0_16777215_00_images_Cocacolasummerfestival.jpg

L’anno scorso a dare il nome alla prima edizione del Music Summer festival è stato l’abbigliamento Tezenis, quest’anno niente meno che la Coca Cola, che ha permesso al festival di ripresentarsi in piazza del Popolo a Roma.

Il Coca Cola Summer Festival si è tenuto il 25, 26, 27 e 30 giugno e ha attirato tantissimi giovani attratti dai nomi dei cantanti che sono saliti sul palco. Si parla di artisti che in questo periodo hanno avuto un grande successo, VIP sia italiani sia internazionali, che hanno portato uno o due dei loro pezzi più belli per vincere il premio di “canzone dell’estate”.

Il festival andrà in onda su canale 5 il 7, 14, 21 e 28 luglio. Sarà condotto da Alessia Marcuzzi e prodotto dalla Fascino PGT di Maria De Filippi.

È stato possibile assistere al “live” del festival seguendolo in diretta su RTL 102.5 con la possibilità di scegliere la canzone vincitrice e commentare la diretta tramite Facebook e Twitter con l'hashtag #dilloconunacanzone.

Nella prima serata è salita sul trono Emma con “La mia città”, nella seconda Dolcenera con “Niente al mondo”, nella terza Alessandra Amoroso con “Non devi perdermi”. Vincitore dell'ultima serata e dell'edizione 2013 è stato votato Cris Cab con “Liar Liar”.

Per Maria De Filippi i motivi del successo del festival sono essenzialmente due: la semplice conduzione e i tanti cantanti partecipanti, che, rispetto a San Remo, partecipano più liberamente e senza l'ansia di essere sottoposti a severi giudizi dal momento che le canzoni non sono inedite ma ben conosciute.

E a voi che canzoni piacciono? Fatevi sentire! E ditelo con una canzone!

 

Marco d'Ercole

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Un sogno ad occhi aperti.

cafisodi Carlotta Raimondo

Fare la ballerina, il cantante, l’attore: sono sogni che tanti di noi avevamo da piccoli e che nel tempo abbiamo chiuso in un cassetto. Ma qualcuno quel cassetto non l’ha mai chiuso e si è impegnato per realizzare il suo progetto. Questa è la storia di Francesco Cafiso, un ragazzo come tanti, che oggi, a soli 24 anni, è già iscritto nei manuali di storia della musica. Voleva fare il musicista e col suo sax e il suo jazz ha conquistato artisti di fama internazionale, che, non preoccupandosi della giovane età, lo hanno portato a vivere esperienze a cui tanti sono arrivati dopo anni di carriera. Noi di Teens siamo rimasti colpiti dalla sua semplicità e dal suo desiderio di fare della musica un dono da condividere: sembra che il successo non abbia cambiato quel ragazzino di nove anni che con occhi sognanti muoveva le dita sulle prime note.
Così lo abbiamo intervistato e, in diretta dalla Polinesia, ecco cosa ci scrive.

Leggi tutto...

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

E' iniziato il 64°

sanremodi Marco D'Ercole

E' iniziato il 64° festival della canzone italiana.

La città di Sanremo è riempita di luci, i tappeti rossi sono stesi nelle vie davanti al teatro più famoso della canzone italiana. i fans più sfegatati sono lì davanti all’auditorium, i giornalisti inseguono e cercano tutti i personaggi che saranno protagonisti di uno dei momenti più attesi dell’anno.
“Sanremo 2014, 64° festival della canzone italiana”, è iniziato.

Leggi tutto...

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Una passione diventata realtà

dercdi Marco D’Ercole

intervista a Francesco Bertolini

Francesco è un ragazzo ventenne che abita nella provincia di Roma, fin da piccolo ha avuto la passione della musica e sta riuscendo a realizzarla! Così noi di Teens abbiamo deciso di fargli un’intervista.

Tu componi musica? quando hai iniziato?
Si , ho iniziato a 15 anni . nell’ epoca dove tutti gli adolescenti esprimono i loro pensieri in vari modi e per me la musica è stato uno dei modi migliore per esprimere i miei sentimenti e pensieri.

Leggi tutto...

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Un clip per un Buon Natale!

a cura della redazione

Con le sue canzoni il giovane artista congolese Belamy Paluku porta un messaggio di unità tra popoli e culture, dove le differenze sono un reciproco arricchimento.

Belamy Paluku è originario di Goma, ma si trova in Belgio per tre mesi. 
Grazie alle sue doti musicali, il Centro Wallonie-Bruxelles gli ha offerto una borsa di studio per approfondire il canto a Verviers, in Belgio. Belamy è autore di canzoni, in cui mette in luce la ricerca della pace, del dialogo, il valore della sofferenza.
La canzone più conosciuta si chiama “Nos couleurs et nos saveurs”, ed è un invito a apprezzare i colori diversi e i gusti diversi dei diversi popoli, perché “un mondo con un solo colore e con un unico cibo sarebbe molto povero”.

Ecco il clip della canzone e... Buon Natale a tutti!!!

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Music Fest. Protagonisti della città.

musicIntervista ad Aurelio, Giacomo e Placido, virtuosi ragazzi messinesi che hanno avuto una brillante idea per rendere la loro città protagonista di un grande evento a tema musicale.  

A cura della redazione di GrafoTeens di Messina

"Aurelio, come è nata quest'idea e in cosa consiste?"
"L'idea è nata dal desiderio di coinvolgere tutti i ragazzi e le ragazze di Messina in quello che è il nostro concetto di stare insieme. Vogliamo far sì che la nostra città diventi uno dei simboli di solidarietà fra tutte le persone. Per cui ci siamo detti: quale occasione migliore se non quella di organizzare un concerto? Da sempre, infatti la musica e il divertimento in generale riuniscono le persone di tutte le età, senza differenza di sesso, etnia o credo, creando un'atmosfera unica "

Giacomo, tu invece cosa ti aspetti da questo concerto, come te lo immagini?"
"L' ultima volta che noi Serial Dreamer abbiamo suonato dal vivo è stato a un concerto organizzato da uno dei licei della città. Ciò che mi è piaciuto di più è stata la presenza di diversi gruppi e di proposte musicali varie, in modo da accontentare tutti i palati. Ciò che cercheremo di fare sarà quindi di proporre una serata divertente, in primavera, che crei una collaborazione tra ragazzi. Stiamo già lavorando alle canzoni, iniziando a contattare altri gruppi e quindi il tutto promette bene, mi aspetto una bella serata aperta anche agli artisti delle altre zone e che in generale questo Music Fest rappresenti anche un evento culturale per la città, oltre che un veicolo per far conoscere la nostra realtà."
"Placido, come volete realizzare l'evento? ?
"Puntiamo a rendere la serata più coinvolgente possibile, e per questo abbiamo in mente di suonare con gruppi locali e accettiamo qualsiasi collaborazione dalle varie città attorno a noi... Ogni proposta artistica, quindi non solo di stampo musicale, è ben gradita, in modo da garantire una serata molto
ricca."
"Grazie ragazzi, è tutto"...
(da GrafoTeens n.1)

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Due musicisti: Edoardo e Francesco

batteristaCiao siamo Edoardo e Francesco abbiamo 11 e 14 anni, siamo fratelli  e viviamo a Busto Arsizio, provincia di Varese in Lombardia.

Siamo entrambi musicisti io sono un chitarrista e Francesco è un batterista. Ci piacciono tutti i generi di musica ,ma soprattutto il rock e l’ hard rock, suoniamo in un gruppo che però non ha un nome ben preciso.

Leggi tutto...

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Se ti piace Teens, condividi questa pagina con i tuoi amici!!!

Si te gusta Teens, compartí este Link con tus amigos!!!

Se ve gosta de “Teens”, compartilhe com seus amigos esta página!!!

If you like Teens, share this page with your friends!

 

Abbonati a Teens!!!

teens.jpg

Clicca qui per abbonarti 

Siti amici

Visita il blog di Codamozza! storie di ragazzi e...
e non perdere il sito di CINADO  animatori,giovani e cinema!

Books

Leggi i racconti dei nostri lettori e... inviaci pure tu un tuo scritto se vuoi!
Clicca qui! book

chi è online

Abbiamo 26 visitatori e nessun utente online

login staff

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.