seguici

b_400_0_16777215_00_images_loppianolab.jpg

Ciao ragazzi! Vi siete persi LoppianoLab quest'anno? Non preoccupatevi! I nostri ragazzi ci hanno scritto dei reseconti dei laboratori a cui hanno assistito. Sono stati degli incontri preziosi e stimolanti che invitano anche noi ragazzi a discutere e a dialogare con la nostra famiglia e coi nostri amici! Eccoli qui.

 

Famiglia 2.0 - di Andrea Valese 

Siamo a LoppianoLab, tra centinaia di persone che coesistono per, come dice il titolo dell'evento, andare "oltre la paura".
Tra i vari workshop, spicca un dibattito sul rapporto uomo-donna in relazione alla famiglia e di conseguenza in relazione alla crescita dei bambini. 4 grandi esperti hanno risposto alle nostre domande e, insieme alla grande affluenza di partecipanti, hanno sostenuto le proprie posizioni sull'argomento. 
Quello che emerge sono sicuramente le differenze tra tutte le persone presenti che, in base alla propria esperienza e alla propria cultura presentano opinioni anche contrastanti. famiglia2.JPG
Genitori single, coppie omossessuali, paternità rinnegate sono i principali temi che sono stati trattati con un'attenzione soprattutto all'influenza che queste realtà hanno sulla psiche dei bambini. Inoltre, la perdita di valori, di quadri di riferimento, che sta progressivamente portando le nuove generazioni alla perdita di punti di orientamento e al ritrovamento di questi in "ideologie" (passatemi il termine) che allontanano da quelli che sono definiti sani principi morali. Gli esperti denunciano una progressiva perdita d'identità di genere nelle ultime generazioni che porterà sempre più a una svalorizzazione della famiglia come istituzione d'amore; amore tra un uomo e una donna, poiché, come affermato durante la discussione, la diversità nella coppia è la ricchezza nella famiglia. 
Famiglia composta da due elementi affinché il figlio possa avere affianco due punti di riferimento non in conflitto tra loro e pronti a dargli un giusto modello educativo. Sfortunatamente nei casi in cui questo non possa avvenire è giusto sensibilizzare i bambini, ma soprattutto far capire l'importanza che il coniuge ha avuto nella coppia così da evitare squilibri nella sua testa.
Ma come ogni volta che si dialoga su tematiche del genere non si può arrivare a una posizione univoca, poiché non esiste una verità assoluta dal punto di vista etico-scientifico. 
Adesso la parola a voi ragazzi di oggi e genitori di domani: cosa ne pensate? cosa credete sia una famiglia e soprattutto quale è il suo futuro?


La sfida del dialogo interreligioso  - di Filippo Felici 

Il 26 settembre abbiamo avuto la grande possibilita di assistere all'incontro internazionale quale LoppianoLab, un momento di grande comunione per condividere pareri ed esperienze pratiche. Io personalmente ho partecipato al workshop sull'islam e sul dialogo interreligioso, con la partecipazione di diverse ed  importanti figure del mondo islamico, giornalistico e cristiano. L'argomento principalmente trattato è stata l'ambientazione del mondo islamico qui in italia e le diverse modalità di aiuto, specialmente per gli immigrati. Noi ragazzi siamo stati coinvolti in prima linea, perche abbiamo la possibilità di interagire con i giovani che non hanno trovato ancora un'identità italiana in diversi ambienti quotidiani quali la scuola, lo sport e il tempo libero ed aiutarli a sentirsi come a casa propria. Il loro Credo religioso può essere considerato da diverse persone un ostacolo alla socialità, ma noi dobbiamo dimostrare che non è cosi, che siamo tutti fratelli e che tutti viviamo nello stesso mondo. Come fare? Sicuramente con iniziative organizzate ma anche e prima di tutto partendo dal piccolo dei nostri giorni e dalle azioni quotidiane. Ci è stata data la dimostrazione che queste realtà di comunione e fratellanza esistono già e si stanno espandendo e che le persone coinvolte non sono né super eroi né extraterrestri, ma normali persone come noi; di conseguenza la possibilità di aiutare ed amare il prossimo è stata data a tutti e sta ad ognuno di noi coglierla in nome della fraternità universale!

Le tante periferie del mondo - di Pietro Valese

Ciao ragazzi, siamo a Loppianolab 2015, dove, come ogni anno si parla di tematiche o di avvenimenti successi negli ultimi periodi. Vi parlerò di un argomento un po' denso di significati, sto parlando del degrado delle periferie. Degli esperti di diversi campi, dal campo religioso a quello politico, e da quello medico hanno detto la loro andando a parlare di argomenti che vanno oltre la tematica generale. Si è infatti parlato dell'infanzia e su come i bambini rappresentano una fetta importante nella società. Ricollegandoci al degrado delle periferie ci hanno fatto notare la grandissima quantità di bambini nel mondo (anche nel suolo italiano) che vivono in condizioni disumane. 

 

Bene ragazzi! Ora a voi la parola: siete d'accordo con le conclusioni dei workshop o c'è qualcosa su cui vorreste aprire un dibattito? Oggi la famiglia è  davvero papà-mamma-figli o è anche altro? Avete avuto qualche esperienza dii dialogo con qualche vostro amico o compagnodi classe musulmano che volete raccontarci? O volete raccontarci una storia di periferia? Commentate sotto!



Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Se ti piace Teens, condividi questa pagina con i tuoi amici!!!

Si te gusta Teens, compartí este Link con tus amigos!!!

Se ve gosta de “Teens”, compartilhe com seus amigos esta página!!!

If you like Teens, share this page with your friends!

 

Abbonati a Teens!!!

teens.jpg

Clicca qui per abbonarti 

Siti amici

Visita il blog di Codamozza! storie di ragazzi e...
e non perdere il sito di CINADO  animatori,giovani e cinema!

Books

Leggi i racconti dei nostri lettori e... inviaci pure tu un tuo scritto se vuoi!
Clicca qui! book

chi è online

Abbiamo 19 visitatori e nessun utente online

login staff

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.