seguici

Nessuno straniero in classe mia!

locicerodi Michele Lo Cicero

Vorrei condividere con voi quanto sto vivendo.

Mi presento: sono Michele, ho 13 anni e faccio la terza media. Nella mia classe, nella quale mi trovo molto bene, ci sono anche dei ragazzi che sono di origine straniera. Un ragazzo ha la madre cubana, una ragazza viene dallo Sri Lanka, un'altra compagna è filippina.
Sapete che alla nostra età i rapporti con gli altri non sono sempre semplici e integrare persone con una cultura leggermente diversa da noi può rivelarsi complicato...
Ma fortunatamente tra me e i miei compagni c'è una grande amicizia. Per me è molto bello avere amici che hanno culture diverse. C'è una grande amicizia che lega noi compagni di classe italiani e non.
Peccato che il problema dell'immigrazione, anche se non riguarda la mia classe, è spesso presente anche tra noi ragazzi e nel nostro paese...

Per saperne di più:

Ancora e sempre: clandestini.

Lasciaci un tuo commento!

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Il migrante non è un criminale

1391931568a cura della redazione

Ignorati, condannati e respinti: perchè?

I dati scientifici e le analisi chiedono una “mondializzazione dell’accoglienza” che non può essere demandata solo alle leggi: il migrante non è un criminale.

Clicca per leggere l'articolo.

Cosa ne pensi?

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Per questo ho vissuto

memoriadi Alessio Gentile

Oggi è il giorno della Memoria in commemorazione delle vittime dell'Olocausto e del nazismo. La data è stata scelta perché il 27 gennaio 1945 fu liberato il campo di concentramento di Auschwitz. Quel giorno tra i sopravvissuti c’era anche Samuel Modiano, allora quattordicenne, che abbiamo intervistato.


Negli ultimi anni lei ha scelto di donare la sua testimonianza soprattutto ai ragazzi. Perché? E come mai il suo libro si intitola “Per questo ho vissuto”?
«Quando sono stato deportato nei campi di sterminio, ero un ragazzo, come i ragazzi ai quali ho dedicato il libro. Un sopravvissuto porta dentro molti interrogativi. Si chiede: “Perché io?”. Chi esce vivo dall’inferno di Birkenau-Auschwitz ha un obbligo, una missione: fare in modo che i ragazzi sappiano quello che è successo, si impegnino affinché non succeda mai, mai più».

Leggi tutto...

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Integrazione? Sì, grazie

kyengeCosa fa un ministro? Noi ragazzi, pur guardando i telegiornali, desideravamo saperne qualcosa in più, così abbiamo deciso di sentire direttamente da qualcuno di loro come funziona. Abbiamo iniziato da Cécile Kyenge, ministra per l’Integrazione dallo scorso aprile, con la quale è iniziato un  percorso su temi importanti per la nostra rivista. Superare l’esclusione e la paura, valorizzare il protagonismo dei giovani in campo politico, scientifico, culturale ed economico, ascoltare i bisogni delle nuove generazioni «dando maggiori opportunità a chi ha voglia di mettersi in gioco, di crescere e dare esempi positivi; favorire la crescita dei centri di aggregazione, luoghi in cui si può davvero costruire la cittadinanza». L’impegno di cui la Kyenge ci ha parlato ci ha davvero stimolato e incuriosito. Siamo partiti così da lontano…

Leggi l'articolo in PDF: clicca qui!

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

L'Africa dimenticata

gambaldi Francesco Gambale

500 morti e 800 feriti: ad Addis Abeba i mediatori del negoziato cercano di ottenere un impegno per il cessate il fuoco

Siamo a Juba, Sudan, 10 gennaio 2014. Al momento, non s’interrompono i combattimenti e le fughe della popolazione, né gli stessi approcci diplomatici sembrano andare a buon fine:

Leggi tutto...

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Tutto quello che non sapete sui territori confiscati alla mafia

soleSui beni confiscati alla mafia manca la necessaria giusta informazione

 di Mariasole Colacresi

Piero  Grasso, quando era ancora a Capo della Direzione Nazionale Antimafia, alla trasmissione televisiva "Che tempo che fa" nel 2009, disse: "I mafiosi non hanno paura del carcere; i mafiosi hanno paura che noi mettiamo
loro le mani nelle tasche."
Immaginate se le nostre mani finissero direttamente sui loro territori, quelli che grondano sangue e denaro sporco sin dalle radici.
Immaginate di far crescere il frutto del futuro, un' economia diversa, un bene che va al di là, sia della mafia sia dello Stato.
E se crescesse qualcosa di buono? E se a produrla fosse la "feccia" Calabrese che si tramuta in veri uomini? Tutto questo è avvenuto e la 'ndrangheta , la pericolosa mafia, risponde al suo solito: con un attentato.

Leggi tutto...

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Siamo "Azzardopoli".

Il testo "Azzardopoli" di Libera presenta la situazione del gioco d'azzardo.teresa

di Teresa Mazzullo

Libera,  ("Associazioni, nomi e numeri contro le mafie", voluta da Don Ciotti, Rita Borsellino e Giancarlo Caselli), ha promosso, insieme alla Caritas Italiana e altri soggetti, uno studio sul fenomeno del gioco d'azzardo e sulle sue conseguenze nel tessuto economico italiano. Questo libro si chiama Azzardopoli, edito dal "Gruppo Abele", ed è curato da Daniele Poto.


"Per ogni euro guadagnato legalmente dallo Stato ce ne sono almeno 7-8 indebitamente incassati dalle mafie." Così accusa l'onorevole Giuseppe Pisanu, (già  ministro  dell'interno)  Presidente  della Commissione Parlamentare Antimafia.
E come dargli torto, analizzando i dati attuali?

Leggi tutto...

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Il coraggio di una ragazza

"Catania è al centro di un percorso che va dalla Siria fino al nord Europa. I profughi, dopo gli scafisti, rischiano di essere vittime di altre persone, di essere sfruttati e raggirati. Una ragazza marocchina, una bloggher che abita in Itali...a da 20 anni, si impegna ad aiutare queste persone proprio alla stazione. Passa informazioni, traduce i percorsi, consiglia i treni e accompagna gli immigrati a fare i biglietti. Il tutto gratuitamente." (dalla pagina Fb di Grafo-Teens)

Clicca qui.

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Slot Mob

slotmob Slot mob - Un bar senza slot ha più spazio per le persone

Ciò che di bello e giusto esiste nella società italiana

slotLo Slot Mob è un nuovo progetto ideato da alcuni ragazzi e adulti d’Italia che combatte il gioco d’azzardo nei bar. Precisamente questi giovani hanno 3 obbiettivi che cercano di difendere:

  • Richiedere una legge che limiti il gioco d’azzardo
  • Agire subito e insieme
  • Curare il cattivo gioco con il nuovo gioco

Leggi tutto...

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Voci da Lampedusa

f56ff6843aad4fec1f987fb02f8879af.gif a cura dei ragazzi collaboratori di Teens

Intervista ad Adele B., studentessa del Liceo Scientifico "Ettore Maiorana" di Lampedusa.

vedi l'intervista

Share this post - condividi questo post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Se ti piace Teens, condividi questa pagina con i tuoi amici!!!

Si te gusta Teens, compartí este Link con tus amigos!!!

Se ve gosta de “Teens”, compartilhe com seus amigos esta página!!!

If you like Teens, share this page with your friends!

 

Abbonati a Teens!!!

teens.jpg

Clicca qui per abbonarti 

Siti amici

Visita il blog di Codamozza! storie di ragazzi e...
e non perdere il sito di CINADO  animatori,giovani e cinema!

Books

Leggi i racconti dei nostri lettori e... inviaci pure tu un tuo scritto se vuoi!
Clicca qui! book

chi è online

Abbiamo 22 visitatori e nessun utente online

login staff

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.